Wave nel mondo 

Un progetto ideato e realizzato da BNP Paribas

Wallfarm

Your garden on the wall

progetto iniziato in2015aRoma

Immaginate di essere circondati nel vostro appartamento, invece che da normali e vuote pareti, da un giardino verticale pulsante con un design elegante e non invasivo e che ti permette di cogliere e mangiare le sue verdure, frutta e spezie a Km0: tutto questo è Wallfarm.
Il nostro primo prodotto è un home garden largo 60cm, alto 70cm e spesso 22cm progettato per essere appeso al muro come fosse un quadro e che permette di crescere autonomamente dodici piante di medie dimensioni anche se non si hanno le giuste skill per mantenere un orto né sufficiente tempo da dedicargli. Sarà sufficiente inserire i vasetti pre-seminati negli slot appositi, sincronizzare l'Home Garden di Wallfarm con il proprio smartphone, rimepire d'acqua il serbatoio (usando la pompa automatica) e, quando si riceverà una notifica sul cellulare, inserire la cartuccia che contiene la soluzione nutritiva per le piante. In poche settimane le piante di frutta e verdura saranno pronte da cogliere.

Presentando il prototipo di Wallfarm alla WWW2015 a Firenze

Presentando il prototipo di Wallfarm alla WWW2015 a Firenze

Wallfarm in cucina

Wallfarm in cucina

Il team di Wallfarm con il packaging

Il team di Wallfarm con il packaging

La serra Wallfarm con i Led Strips

La serra Wallfarm con i Led Strips

« Un home garden progettato per essere appeso al muro come fosse un quadro »

storia del progetto

Wallfarm viene dai background di vita più disparati: è nata dall’incrocio tra la visione di trend e opportunità di Business di Ares, economista, l’esperienza in materia di sostenibilità di Massimiliano, ingegnere ambientale, il rigore e dedizione di Alain, sviluppatore backend e project manager, l’esplosività incontenibile di Jacopo, marketing manager e la vision creativa di Matteo, architetto paesaggista.
Cinque giovani ragazzi e due sogni, uno di breve e uno di lungo termine: il primo, avverato, era di arrivare in finale ad InnovAction Lab (il contest per startup che li ha fatti conoscere ed ha dato loro lo stimolo per trasformare la propria idea in un progetto scalabile) così da avere la possibilità di presentare Wallfarm
alla 25th World Wide Web Conference di Firenze di fronte a un’ampia platea di investitori nazionali ed internazionali. Il secondo sogno corrisponde alla mission dell’azienda ed è certamente più complesso: quello di portare ogni casa del mondo all’autosostenibilità alimentare. Per rincorrerlo i ragazzi hanno allargato il team (includendo un disegnatore industriale, uno sviluppatore front-end e collaborando con un
ingegnere elettronico) e sono al lavoro ogni giorno tra test ed esperimenti per rendere il prototipo del primo prodotto senza alcun difetto e per cercare un investitore che li aiuti economicamente per la produzione in serie, così da soddisfare il già grande numero di richieste.

top 8
nazionale delle startup in classifica a InnovAction Lab 2015
10
richieste di beta test da parte di local businesses, 2 da parte di influencers e 2 da parte di grandi aziende
« Il nostro sogno è quello di portare ogni casa del mondo all’autosostenibilità alimentare »

intervista con Ares Ferrigni, CEO Wallfarm

In che modo il tuo progetto interagisce e si connette con lʼambiente, le istituzioni, le persone del tuo territorio?

Wallfarm è un sistema intelligente per crescere frutta e verdura negli spazi interni: la nostra vision, che descrive un mondo in cui ci saranno meno pareti vuote e più orti verticali, renderà più gradevoli gli ambienti in cui viviamo e con cui interagiamo dandoci la sensazione di tornare finalmente ad essere a contatto con la natura in ogni momento del giorno. Non da meno, la tecnica di coltivazione aeroponica, per coltivare frutta, verdura e spezie, è la più sostenibile fra quelle esistenti al mondo ed una sua diffusione permetterà di sfamarci riducendo significativamente l’ammontare delle tanto criticate colture intensive. A questo proposito vi posso anticipare che stiamo anche lavorando alla progettazione di una serra aeroponica specializzata per coltivare frumento.

Quali sono le caratteristiche principali del tuo progetto?

La serra Wallfarm è il primo home garden verticale al mondo ad essere completamente autonomo: grazie ai sistemi elettronici che rilevano i parametri più importanti per la crescita delle piante, le uniche azioni necessarie saranno quelle di inserire i vasetti pre-seminati, riempire d’acqua il serbatoio e, quando il tuo smartphone ti invia una notifica, più o meno due volte a settimana, inserire la cartuccia che contiene i sali minerali necessari a fertilizzare l’acqua per le piante. Grazie ad un design elegante e “slick”, Wallfarm è progettata non solo per la mera produzione di frutta, verdura e spezie, ma anche per arredare casa in maniera innovativa, futuristica e sostenibile.

I prossimi passi/piani per il futuro del tuo progetto?

Attualmente siamo al lavoro per realizzare una miglior user experience possibile nell’utilizzo della nostra serra Wallfarm. Abbiamo fatto application per i migliori incubatori di startup d’Italia e d’Europa per ottenere un seed e un programma di accelerazione e ricevere così il “calcio” finale. Non appena il prototipo sarà definitivo inizieremo la produzione industriale e la vendita online, ma non prima di una campagna kickstarter: sapete infatti che tutti i prodotti simili a Wallfarm hanno raccolto su Kickstarter da 150 a 600 mila dollari dal 2009 ad oggi? E c’è ancora ampio margine di manovra.

« Grazie ad un design elegante e “slick”, Wallfarm è progettata non solo per la mera produzione di frutta, verdura e spezie, ma anche per arredare casa in maniera innovativa, futuristica e sostenibile »